• il diario della Nutrizionista
Dopo anni trascorsi a mangiare male, chili su chili, finalmente decidi che è arrivato il momento di cambiare. BASTA! “Sono stufa devo perdere assolutamente questi chili in eccesso”.

Hai una certa percentuale di grasso corporeo e una quantità di massa magra (che comprende anche i muscoli).

Inizi la tua dieta estrema che promette di farti perdere peso in modo fulmineo con quantitativi di cibo che farebbero affamare anche un canarino.

La prima settimana vanno via 4 chili, la seconda altri 4, poi altri chili e la bilancia sembra essere dalla tua parte. Siete diventate grandi amiche. Le settimane passano ed anche i mesi ed il peso continua a calare. Finalmente arrivi a quel “peso forma” tanto desiderato.

ASPETTA! Non hai fatto i conti con una questione: la perdita di massa magra!

Un calo così radicale e repentino ti ha fatto perdere anche tanta struttura del corpo che consuma energia ed è quella che spende più ossigeno. I muscoli sono tra questi.

Dopo il periodo di “successo” ritorni alle tue regolari abitudini: cena con amici, una pizza ogni tanto, un drink nei locali, qualche dolcetti. Ecco che il peso non solo torna come prima, ma purtroppo i chili li prendi con gli interessi perché ormai ciò che mangi è sempre troppo per quel poco di massa magra che ti ritrovi.
Dunque decidi di mangiare sempre di meno, dimagrendo sempre di meno. Un circolo vizioso che sembra senza uscita.
Ciò che era il tuo tesoro (i muscoli) li hai persi per quella "impaziente voglia di calare peso” invece di cambiare stile di vita e sane abitudini.

Adesso, purtroppo ne stai pagando le conseguenze.

Ma hai ancora una speranza: mangiare sano, fare attività fisica e ricostruire il tuo corpo.
Aumentare la massa magra e definire con pazienza e tempo uno stile di vita sano e migliore.

La Dott.ssa Mariagrazia TEDESCO, nostra Biologa Nutrizionista, crea diari alimentari specifici per ogni tipologia di persona.
Donne, uomini, bambini, ragazzi, pazienti con particolari patologie, vegetariani, ecc. .

Per fissare un appuntamento potete contattare il Centro al numero 0831 52 61 70 oppure scrivici nella sezione "Contatti".
Chiarito ancora una volta il concetto secondo il quale dieta vuol dire semplicemente “stile di vita”, vorrei focalizzare l’attenzione sull’enorme importanza che la FIBRA assume nella nostra alimentazione.
In questo articolo vorrei focalizzare la Vostra attenzione su quel tipo di fibra che è in grado di modificare selettivamente la microflora intestinale umana.

Tra i numerosi oligosaccaridi che manifestano caratteristiche funzionali prebiotiche i più impiegati sono di certo inulina e frutto-oligosaccaridi. Entrambi sono costituiti da fruttosio e gli alimenti in cui li possiamo trovare sono principalmente: radice di cicoria, aglio, carciofo, cipolla, asparago, topinambur e in misura ridotta anche in orzo, farina di segale, grano tenero e banana.

Inulina e oligofruttosio hanno la capacità di essere substrato per la flora enterica che è in grado di idrolizzarli e fermentarli, poiché sfuggono alla digestione da parte dell’intestino tenue.

Ciò che ne deriva è:
✓ Incremento del carico fecale;
✓ Produzione di acidi grassi a corta catena (utilizzati con produzione di energia);
✓ Effetto prebiotico (con questo termine si intende la capacità di un carboidrato indigeribile di modificare in modo positivo la microflora intestinale umana).


(...leggi l'articolo completo!)
Riuscire a perdere chili e rimettersi in forma non vuol dire rinunciare alla buona tavola e soprattutto a ciò
che piace di più alla maggior parte di noi : IL PANE E LA PASTA! Si può, infatti, dimagrire bene senza
rinunciare né all’uno né all’altra, pertanto, evviva i carboidrati!
Si possono proporre, pertanto, anche piani alimentari improntati proprio sul consumo di cereali raffinati e
soprattutto integrali, in quanto essi sono alimenti che soddisfano la psiche e non solo, poiché sono in grado
di apportare un senso di sazietà più prolungato nel tempo.
Il pane e la pasta prodotti con farina integrale hanno riacquistato in questi ultimi anni notevole importanza
per le funzioni biologiche svolte da alcuni costituenti (fibre alimentari, vitamine e Sali minerali di cui la
farina integrale è ricca); in particolare, la presenza della crusca, nel pane integrale, stimola la peristalsi
intestinale con il rafforzamento delle difese contro lo sviluppo di germi patogeni, aumenta il volume del
bolo intestinale e delle feci. E’ possibile , per alcuni soggetti, stabilire delle diete dimagranti efficacissime a
base principalmente di carboidrati!
Sarebbe un sogno per molti di noi riuscire a dimagrire mangiando un bel piatto di pasta o un bel panino
farcito, vero? Bene … non è un sogno, ma è possibile farlo!


(...leggi l'articolo completo!)
Pagina: 1 2
Cerca